Come depurare un elenco esploso di parole chiave (parte 2)

list keywords seo

Nella prima parte abbiamo visto che tra la lista delle parole chiave esplosa ci celano delle “verità” che solo il cliente è in grado di svelare.

Come promesso, in questo post ti voglio mostrare un caso reale in cui il cliente ha dato il suo contributo per depurare la lista da termini non pertinenti con il suo business.

Si tratta di un cliente che stampa e realizza brochure di nicchia, creative ed originali.

Dopo avergli inviato un elenco di parole chiave composto da 18 termini (per me tutti pertinenti), me l’ha rispedito “segando” 1/3 dei termini e giustificandone (tra parentesi) i motivi.

  • stampa opuscoli online
  • stampa opuscoli prezzi (non puntiamo sul prezzo basso)
  • stampa opuscoli offset
  • stampa opuscoli pubblicitari
  • stamap opuscoli spillati
  • stampa opuscoli punto metallico
  • stampa digitale opuscoli (non siamo competitivi)
  • stampa opuscoli informativi
  • stampa opuscoli online
  • stampa opuscolo ripiegato
  • stampa e rilegatura opuscoli
  • stampa opuscoli indesign
  • stampare opuscoli
  • stampa opuscoli a4 (non siamo competitivi)
  • stampa opuscoli a5 (non siamo competitivi)
  • stampa opuscoli a6 (non siamo competitivi)
  • stampa opuscolo fronte retro
  • stampa opuscoli in digitale (non siamo competitivi)

Allora tu capisci che, anche mettendoci tutta la buona volontà, è impossibile tenere sotto controllo e conoscere tutti i dettagli e le sfumature che si nascondono dietro le quinte, dietro la realtà del cliente.

Ci sono almeno 2 trucchi che un buon SEO deve applicare:

  1. essere umile, vestirsi da ignorante e interpellare il cliente
  2. mettersi nei panni di un utente

Mi volevo soffermare un’attimo sul punto 2. Una delle armi strategiche è proprio quella di immedesimarsi nei panni di chi fa una ricerca con una delle keywords presenti nel tuo elenco e chiedersi:

  • quello che offro è strettamente correlato con la chiave di ricerca?
  • mi sto rivolgendo al giusto pubblico?

Stai tranquillo che è l’unico modo per farsi venire dubbi e … risolverli interpellando il cliente.

Tutto questo per dire: “non lavorare mai isolato e non avere mai la presunzione di sapere tutto…”.

Il tuo compito, caro SEO, è solo quello di tradurre la realtà in ottimizzazione per i motori di ricerca.
La realtà lasciala al cliente…

PS.
Siamo nella fase in cui stiamo rianimando un elenco di parole chiave inizialmente morto. L’obiettivo è definire l’elenco delle “parole chiave strategiche”, le chiavi SEO, quelle attorno al quale ruoterà l’intero progetto… ma abbiamo ancora un pò di strada da fare.

Nel prossimo articolo analizzeremo gli indicatori di performance, necessari per individuare le keywords strategiche.

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla Newsletters!

Diventa FAN della nostra pagina su Facebook. Ogni giorno pubblichiamo tante novità sul Web Marketing!

Lasci un commento